“E con questo vorrei ringraziare la direzione del festival della canzone italiana per il fantastico sito” – la preview di Sanremo

Diciamocelo, dopo l’esclusione di Morgano, molti di noi non hanno nessuna motivazione per vedere Sanremo. Diciamoci anche che allo stesso tempo, non avevamo nessuna motivazione per vedere Sanremo anche prima. Solo che Morgano avrebbe sfoderato tutta la sua superbia al sapore di canotta sudata e ci avrebbe stupiti con qualcosa come:

Be’, non tutto il male vien per nuocere, mi dico, potremo prestare piu’ attenzioni al resto dello splendido festival della canzonetta. Cosi’ decido di prepararmi in anticipo e cerco in internet cosa posso trovare. Fantastico, c’e’ il sito ufficiale, mi ci butto (venendo aggredito dalla gigantografia del bambino Kinder, come soberrimo sponsor) e comincio a spulciarlo link per link. Cominciamo.

Continua a leggere

Annunci

Oggi pomeriggio il post preview su Sanremo

È quasi pronto, oggi pomeriggio lo metto online. Lascio passare una notte, mi sveglio, mangio, me lo rileggo ed è fatta.

È il post di preparazione spirituale per la sessantesima (oddio, sessantesima davvero? Sì, solo i migliori se ne vanno prima dei sessanta, suppongo) edizione di Sanremo. Tutto ciò che potevo trovare sul fantastico sito, dal regolamento impaginato da un gatto storpio, al treno dei desideri, dalle giovani promesse alle banalità diffusissime e sempre adorabili che ci propinano i cervelloni RAI.

Quindi ecco, stasera, prima di sintonizzarvi sul festival della canzone economica, leggetevi la mia personale introduzione. E cercate qualcosa di meglio da fare, che so, riscoprite la peste, o dichiaratevi a un perfetto sconosciuto misantropo.

Apple iPad, ovvero: ho sempre temuto che anche Steve Jobs ci prendesse per il culo

L’attesa era grandissima. Nel mio ufficio la gente non stava nella pelle. Gli status di facebook erano tutti per lui. Il nuovo gingillo Apple stava per essere presentato a tutti. Anche a me. Ma io certe cose me le voglio gustare, percio’ rinuncio a seguire il tutto in streaming e aspetto che il keynote di Steve Jobs sia scaricabile tranquillamente dal sito Apple. Installo persino un update di Perian. Potete anche vederlo su youtube. Pronti. Via. Continua a leggere

Benvenuti

Mi chiamo Al. Come e’ spiegato nel mio profilo, da qualche parte che non so in verita’ dove sia visibile perche’ qui in WordPress ti chiedono di scrivere le informazioni in dei campi che poi probabilmente si ciuccia qualche programmatore indiano al quale hanno dato in outsourcing tutto il codice del sito e lui, se capisce quello che hai scritto, lo mette da qualche parte nel tuo profilo, dicevo, come e’ spiegato nel mio profilo, mi chiamo Al Geekone. Altri mi conoscono come Salvatore. Salvatore Cazzo. Per gli amici Sal. Sal Cazzo il mio nome, insomma.

Credo che nel primo post dovrei dare prova di quanto sono bravo a scrivere e quante cose belle so fare per sfruttare tutte queste geniali funzionalita’ offerte da wordpress. Ecco, non lo faro’. Il prossimo post avra’ un significato. Questo era solo per togliere Hello World, il post col quale ti accolgono qui in wordpress.

Vi starete almeno chiedendo cosa voglia dire il titolo. Be’, se avete visto Blade Runner, o ne avete letto il libro o giocato il videogioco, dovreste averlo capito. Altrimenti vi invito a fare una delle tre cose. Probabilmente vi consiglio piu’ la prima. Ma poi qualcuno dira’ che il libro e’ piu’ bello del film, che e’ come dire che le lasagne sono piu’ belle di una foto di un labrador: un paragone senza ne’ capo ne’ coda.

Se non avete conoscenze del mondo di Blade Runner, quindi, accontentatevi di sapere che questo blog e’ scritto in una colonia extra-mondo, ovvero non sulla Terra. O almeno, questo e’ quello che vorrei poter fare. In verita’ sono a una scrivania, al quarto piano di un palazzo di vetrate. E mi chiedo perche’ ve lo dico. Ma dicono che parlare della propria vita privata spacchi il culo ai passeri al volo. E allora io lo faccio, no? Perfetto.

Alla prossima volta. Che poi dovreste spiegarmi perche’ siete venuti qui. Forse volevate andare anche voi lontani. Io neanche poi troppo.

Ah, gia’: sappiate che io sono cinico, dissacrante, sarcastico con una punta dello stronzo. Quindi non state a dirmi quanto sono cattivo con quello che scrivo. Cliccate su un sito porno a vostra scelta e andatevene.