Ma chi hai detto che parla? Ovvero: i migliori e i peggiori dialoghi deliranti di Al di ispirazione Mooriana parte II

Eccoci al secondo appuntamento con i dialoghi del passato, quelli ispirati dalla sempre ganza Betty Moore di malvestite.net. Come vi ho già spiegato nel post precedente, sto raccogliendo i dialoghi che ho pubblicato come commento ai post di Betty degli ultimi mesi, almeno quelli più apprezzati da altri commenti.

Questa volta a ispirarmi era stato il post di Betty su Milena Gabanelli, le chem trace e il CICAP. Io forse sono più complottista di Betty, ma mi fa sempre molto ridere il tono in cui i complottisti DOCG scrivono.

Come sempre, vi ricordo di leggere il post della Moore prima di proseguire, perché altrimenti mi denunciate al più vicino centro psichiatrico.

Ricordo di avere avuto il seguente dialogo con i signori Angela Alberto, Angela Piero e Polidoro Massimo, vi lascio il beneficio del dubbio (ovvero: potrei star dicendo un sacco di puttanate, ma vi sarete dimenticati questo disclaimer fra una frase e sarete convinti che tutto sia vero), ma eccovi la trascrizione fedele, dove, per semplicità, mi chiamerò con un nome d’arte: Maestro do Nascimento, abbreviato in Maestro. Ecco:

Entro nel CICAP ansioso di mostrare i miei poteri. Dall’entrata già sento provenire strani rumori, sembrano versi animali, probabilmente qualche esperimento è in corso, così cammino fino alla reception, dove l’unica persona che c’è, è seduta e mi dà le spalle, ha capelli lunghi
Maestro: salve signorina, vorrei mostrare i miei poteri.
Receptionist: (si gira) Veramente sono Alberto Angela.
M: Mi scusi.
Alberto Angela: Fa niente, tanto sono troppo preso da questo nuovo libercolo di divulgazione scientifica.
M: Quello è l’ultimo numero di Topolino.
AA: Lo sapeva lei che se attacca un filo a una pallina da golf e la mette sotto un rubinetto, la pallina non esce dal flusso d’acqua?
M: Sì, è abbastanza noto come esperimento per bambini.
AA: L’ho appena smentito. Guardi, non funziona con questo rubinetto. (mette la pallina da golf sotto il rubinetto, chiuso, la pallina cade nel lavabo)
M: Dovrebbe aprire il rubinetto.
AA: Io credo piuttosto che questo libercolo sia una panzana.
M: Davvero, dovrebbe aprire, vede (apro l’acqua), così funziona.
AA: Non ne sono sicuro. Sa, io sono stupido.
M: Scusi?
AA: Ottuso. Cretino. Ebete. Non vede che ho lo sguardo fisso nel vuoto da quando lei è entrato?
M: Credevo fosse assorto.
AA: La verità è che quest’altro libro mi ha coinvolto e sto ripensando alle tesi che vengono esposte.
M: Intende l’audiolibro sugli animali della fattoria?
AA: Certo. Lo sapeva lei che la pecora fa Beeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeh!
M: A dir la verità, sì.
AA: Allora lei sa un po’ troppe cose. La mando dal mio superiore, Massimo Polidoro.
M: Bene, mi indichi la via.
AA: Non la so, sono un coglionazzo ebete che compra libri per bambini. So solo che arrivati a questo punto della conversazione, le devo mostrare questo.(tira fuori un pezzo di carta sul quale c’è scritto: per il mio ufficio, prendete il corridoio a sinistra, ultima porta in fondo. Firmato: Massimo Polidoro)
Ringrazio l’idiotissimo Alberto Angela, che riprende a premere tasti a caso del suo libro degli animali, scatenando una cacofonia belluina e mi incammino per l’ufficio di Polidoro. Busso.
Massimo Polidoro: Un momento! Ecco, avanti.
Apro la porta e mi trovo nel suo ufficio. Un sacco di statue alte un metro e mezzo sono completamente fasciate da nastro americano (duct tape), in tutte le pareti ci sono conficcati coltelli, forchette, chiodi e qua e là segni evidenti di bruciature fanno mostra di sé.
M: Salve, il mio potere.
MP: AhHAhahaahAHAHAHAHhahahAHAHA! (si avvolge in un mantello, alle sue spalle si forma il buio, assume per un attimo le sembianze di Bela Lugosi, poi tutto torna normale) Tu non hai poteri, merda! AHAHAHAHHAHAAHA! (di nuovo) A meno che non lo diciamo noi. Ecco. E noi non lo diciamo mai. Altrimenti non saremmo il CICAP.
M: Mi lasci almeno spiegare. (Noto che sotto la sua scrivania ha un’altra di quelle curiose statue fasciate)
MP: Le farò alcune semplici domande e le dimostrerò che lei è un cialtrone.
M: Va bene.
MP: Lei ha poteri?
M: Mi pare di averglielo appena detto.
MP: AHahahaH… ehm AHAHAHAHAHAHHAAH. Ma che diavolo…
M: Cosa succede?
MP: Si è guastato l’effetto Bela Lugosi.
M: Quindi?
MP: Quindi lei può parlare.
M: dunque, il mio potere consiste nel…
MP: AhAHHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHA. No, scusi. Ci ho provato, alle volte si incanta e riprende.
M: Va bene, posso spiegarle il mio potere?
MP: No.
M: Scusi?
MP: Io nel CICAP posso solo dare del cialtrone e fare Bela Lugosi. Almeno con gli umani.
M: Perché, con chi tratta, oltre che con gli umani.
MP: (arrossisce tremendamente, sta per piangere) Con nessuno.
M: Ma lei ha detto “Almeno con gli umani”.
MP: Già, ma siccome qui ci vengono solo umani, ecco, io non faccio altro.
M: Quella statua sotto la sua scrivania si è appena mossa.
MP: Non è vero.
M: Sì, lo è.
MP: Cialtrone!
M: Quella statua sta comunicando con me attraverso la telepatia.
Statua: (telepaticamente)Sono un alieno, volevo farmi certificare dal CICAP perché altrimenti non prendo la pensione da pilota di UFO. Ma loro ci fanno sparire! Polidoro ci avvolge nel nastro americano e ci lascia qui per sempre! A lui non interessano i tuoi poteri! Non crede a nessuno! I coltelli e le forchette nelle pareti li hanno lanciati i telecinetici!
M: E le bruciature? Uomini-torcia?
Alieno: No, quello è Polidoro che dà fuoco alle sue scoregge.
MP: Bene, vedo che state parlando telepaticamente, allora mi sa che tu sei un caso per il gran capo.
M: Portatemi da… Oh, cazzo, basta con la telepatia: portatemi da lui!
MP: Non ce n’è bisogno.
In quel momento vengo teletrasportato nello studio di Piero Angela. In una gabbia scorgo Babbo Natale, in una teca c’è la pelle dello Yeti, in un’altra c’è la barba di Messner. Non c’è una scrivania. C’è un altare. Piero Angela è vestito da gran maestro massone. Ha in mano una squadra e un compasso. A tracolla porta lo spadino tipico dei gran maestri.
Piero Angela: Finalmente ci incontriamo!
M: Ora potrò mostrarti i miei poteri.
PA: A dir la verità non mi interessano. Prima di tutto devo fare un test della tua intelligenza.
M: Non è per questo che sono venuto, ma va bene.
PA: Quale di questi due strumenti serve per disegnare cerchi?
M: Il compasso.
PA: Uh. E quale per tirare righe?
M: La squadra.
PA: Ah, lei è un uomo intelligente.
M: Qual è la prossima domanda?
PA: Non c’è, ho capito. Lei ha poteri.
M: Allora lo direte al mondo intero?
PA: No. Al mondo intero non interessano queste cose. Al mondo intero interessano le ricerche alimentari del professor Cannella, e le minchiate di quell’altro lì… come cazzo si chiama… Pacco…
M: Paco Lanciano?
PA: Esatto. Che poi non è nient’altro che il corpo di Funari animato da bioimpanti e manovrato dalla Gabanelli.
M: Ma allora è tutto vero! Siete un’associazione che ha preso il potere per dominarci! Volete tenerci all’oscuro di tutto! Siete comandati dai massoni, dai Geova, dagli ebrei, dalla lobby delle armi, dalla giuria demoscopica di Sanremo! Ci state assoggettando per farci credere a ciò che volete, vi siete guadagnati la nostra fiducia solo per conto del nuovo ordine mondiale.
PA: A dir la verità, io mi sono guadagnato la fiducia del mondo solo per trovare una dentiera decente. E l’unica che ho trovato è questa che fischietta di tanto in tanto.
M: Ma la Scienza? Il Sapere?
PA: Ma che cazzo me ne frega? Io volevo mostrare gli animali che si inchiappettavano, ma me li hanno bocciati. La gente preferisce sapere se può mangiare un uovo crudo, piuttosto che il periodo di accoppiamento del lemure albino. Preferiscono ’sti esperimenti scientifici da operetta (preme un pulsante che rilascia una scossa da 450 Volt nel corpo di Paco Lanciano, inizialmente scambiato per un denutrito Babbo Natale), ’ste minchiate! Anche i cartoni animati di Bozzetto piacciono più del mio servizio sul Big Bang! ANDATE A CAGARE!
M: Sa cosa le dico? Che non me ne frega niente della vostra approvazione. Tanto se venissi riconosciuto, verrebbe l’esercito e mi farebbe sparire in un laboratorio.
PA: E allora perché è venuto qui?
M: Volevo venderle questo libro di Paolo Attivissimo.
PA: Paolo Attivissimo sono io. Non ha mai notato che abbiamo le stesse iniziali?
M: Dannati massoni!
PA: Ora prego, si accomodi nella stanza accanto, c’è la protezione civile.
M: Mi fanno sparire in un laboratorio segreto?
PA: No, la fanno prostituire ai festini di Bertolaso.
M: Poteva andarmi peggio.
PA: Poteva nascerle un figlio ebete. (lancia un’altra scossa a Paco Lanciano)
A quel punto apro la porta, mi trovo davanti Bertolaso, Moggi, Berlusconi e Hitler. Tutti intenti a riempire un serbatoio di un caccia diffondi-chem trace. Li ringrazio, perché senza di loro, il mio potere non avrebbe senso. Mi spiegano che in verità le sostanze chimiche sono dei conservanti richiesti da Sophia Loren per mantenere la pelle giovane e che sul resto del mondo hanno l’effetto della calce viva. Bertolaso mi bacia in bocca, mi salutano tutti calorosamente e mi chiudono in una cella. Da lì vi sto scrivendo. State attenti.

Annunci
    • danï
    • 14 aprile 2010

    non toccarmi alberto angela, è un mimo ancora migliore di marcel marceau.

  1. おはよう。自分は何年も前からダイエットをやっていました。体重は落ちてもすぐに戻ったりで結局たいしてあまりかわらずでした。ですが、30歳を超えると昔よりも少ない食事でも太りやすくなってきたと実感してきました。そのため、これからは本気で減量をしようと決めたんです。しかも夏になります。ですからネットで調べたんです。どんなやり方のダイエット法があるのか、こんなやり方のダイエット法がおすすめとかの知識が増えました。最近は酵素を使ったグリーンスムージーのダイエットが注目されていますね。美容も気にしながらダイエットできるようです。また、ダイエットエステなどで人気の高い痩身ですね。これも美を意識した痩せる方法ですね。その痩身エステにもいろんな機械を使って効果が期待できそうです。しかも最近は体験コースというものが安く受けられるので、まずは体験コースからやって効果を試してみてください。そして野菜を摂るのも大事です。また、野菜野菜が嫌いなら野菜ジュースや青汁などでしっかりと決行的にダイエットしましょう。

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: